Storia

Chiesa Santa Maria Maddalena

Foto della ChiesaChiesa parrocchiale che risale ai primi dell'anno 1000 successivamente ricostruita e ancora ridotta in pessimo stato, la chiesa attuale sembra essere ristrutturata attorno al 1500-1600. Di origine barocca ne ricorda la struttura e la disposizione degli altari, ampliata attorno al 1894 come ne fa fede una lapide posta all'interno della chiesa, è dedicata a S. M. Maddalena e presenta tre navate architettonicamente ben disposte e affiancate da una austera torre campanaria, alta circa 30 metri,che domina il paese circostante. La decorazione interna e la facciata, ispirata al Duomo di Torino, risalgono al 1900. Al suo esterno sorge la piazza della Parrocchia che dopo essere pavimentata con materiali di pregio viene definito da molti come il "Balcone del Canavese" per la sua felice posizione dominante che in giornate limpide porta ad ammirare tutto il Canavese.

Chiesa San Rocco

La chiesa di San Rocco situata nella zona detta Piano venne edificata nel 1742 in occasione di una pestilenza nel luogo ove sorgeva una cappella dedicata al Santo protettore contro la peste. Il tempio sorse nella località detta Piano, ove risiedeva la maggior parte della popolazione, ragione per cui divenne nel tempo la chiesa parrocchiale. Líedificio barocco presenta una bella facciata in paramano ed un interno sobriamente decorato. Nel 1970 con la collaborazione dei rivarossesi la chiesa subÏ un radicale cambiamento specialmente nella parte interna.

Il Castello

Il castello domina dalla parte alta tutto il paese, si presume abbia origini Arduiniche, Attualmente è ancora proprietà privata.

Gruppo Storico

Il gruppo fa parte del "Comitato Personaggi storici Canavese Valli di Lanzo e Colline Chieresi" con le maschere ufficiali di Rivarossa Il Carusin e la Bela d'la Riva, Neuscheller e madama Maria, Il Cunt dei Puii e Consorte Quadro raffigurante la Bela d'la Riva I Carusin è il soprannome dei rivarossesi e deriva dal servizio di posta svolto nel passato dagli abitanti di Rivarossa verso la stazione ferroviaria di Bosconero. La Bela d'la Riva rappresenta una bella fanciulla di Rivarossa raffigurata in un quadro antico. Il quadro raffigura una fanciulla che tira verso la sponda del torrente con una corda, una mucca chiamata Rossa; la mucca fa molta resistenza e la fanciulla per convincerla grida diverse volte " A riva Rusa " da cui scaturisce e viene coniato il nome di RIVAROSSA.(secondo una leggenda popolare). Neuscheller e madama Maria: Leopoldo Neuscheller, di provenienza Lettone, era un ricco possidente e fornitore di scarpe; nei suoi viaggi in Italia (rivestiva la carica di vice console dello Zar) conosce e sposa madama Maria. Fu un grande benefattore e uomo generoso per il paese, fondò l'asilo di Rivarossa. Attualmente sono in atto delle ricerche storiche per effettuare un gemellaggio con un paese della Lettonia. Il Cunt del Puii e consorte: ultimo conte di Rivarossa, il conte Cizaletti, persona d'animo buono che rimasto solo senza eredi cercava di passare il tempo con le persone che lavoravano nei campi e si vestiva come loro.